Oggi vi segnaliamo il saggio di Clelia Biondi Coll’ago finissimo dell’ingegno. Postille ad alcune pagine dei Promessi Sposi (ilmiolibro.it) sulle implicazioni critico-ideologiche delle vicende de I Promessi Sposi.

Clicca qui per leggere l’estratto.

61xP1xLRvRL

Coll’ago finissimo dell’ingegno

di Clelia Biondi

 

 

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Coll’ago finissimo dell’ingegno
Sottotitolo: Postille ad alcune pagine dei Promessi Sposi
Autrice: Clelia Biondi
Pagine: 212
Anno: 2014

Prendendo in esame l’Introduzione, i capitoli XXVII (limitatamente a don Ferrante e alla sua biblioteca), XXXI, XXXII e XXXVII (limitatamente alla morte di don Ferrante) dei Promessi sposi, nonché l’Introduzione della Storia della colonna infame, il libro propone una lettura, se non nuova, spregiudicata, forse, del più celebre romanzo italiano.

Il percorso interpretativo, rigorosamente fedele al testo, sempre confrontato con la sua prima redazione, mira a dimostrare come l’ideologia sottesa al romanzo manzoniano si distribuisca in modo accortamente calibrato, proprio come una struttura portante, che compatta e sostiene l’opera, attraversandola per intero – dal suo principio al suo compimento –.

I temi principali che vengono, in tal modo, enucleati sono: il ruolo dell’intellettuale nella società; l’importanza del superamento della passione, intesa quale espressione della pulsione istintuale, a favore della conquista di un comportamento ponderato e razionale; il libero arbitrio, inteso quale pilastro della dignità dell’uomo; la condanna di alcuni orientamenti filosofici (neoplatonismo, in primis).

Si rileva, inoltre, come Manzoni riesca a fornire una lettura, ante litteram, della complessità, contraddittoria e variegata, della scienza ‘500-‘600esca.

 

Curriculum vitae et studiorum

 

Ha conseguito il Diploma di Violino presso il Conservatorio Santa Cecilia;

ha conseguito la LAUREA in Lettere, presso l’Università degli Studi di Salerno;

ha collaborato alla Cattedra di Letteratura Italiana dell’Università di Salerno, in qualità di “cultore della materia”;

ha insegnato “Storia della Chiesa contemporanea” presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Avellino;

insegna “Storia della musica” presso il Liceo Imbriani di Avellino.

Ha pubblicato:

  •   Un teatro di provincia. Vita, miracoli e morte del Comunale di Avellino.

Pratola Serra (Av), Sellino Editore, 2002, pp. 315. (Due edizioni nello stesso 2002).

Riconoscimenti: 2° premio alla Va Edizione del Concorso I Castellani di Salerno, 2004.

  • Coll’ago finissimo dell’ingegno. Postille ad alcune pagine dei Promessi Sposi.

Roma, edizione ilmiolibro.it, Gruppo Editoriale L’espresso-la Repubblica, 2014, pp. 212.

Riconoscimenti:

  • Finalista al Premio Letterario Mario Soldati 2014, Torino;
  • Premio Speciale “Pianeta Donna” al Premio Letterario Montefiore, 2015, Montefiore Conca (RN);
  • I classificato al Premio Letterario Lago Gerundo 2016, Paullo (Milano);
  • Menzione al merito al Premio Letterario Salvatore Quasimodo 2016, Guidonia (RM);
  • Menzione al Merito Premio Letterario Maria Cumani 2016, Guidonia (RM);
  • Menzione al Merito Premio Letterario Città di Torino 2017, Torino;
  • I classificato al Premio Letterario Città di Sarzana 2019, Sarzana (SP);
  • Segnalazione di Merito al Premio Letterario “Un libro in vetrina” 2020, Avellino.

Inserito nello “Schedario manzoniano” di “Testo”, Rivista di Studi di teoria e storia della letteratura e della critica, anno 2015 – N. 69, Gennaio-Giugno.

  • “Filumena Marturano come momento della storia di Don Giovanni”, in “Riscontri”, 1987;
  • “Il teatro comunale di Avellino”, in “Storia illustrata di Avellino”, Sellino Editore, 2000.
  • “La scienza nei Promessi sposi”, in Sinestesie, “Rivista di studi sulle letterature europee”, III, 2005. Alessandro Manzoni. Nuovi itinerari di lettura (Numero monografico collettaneo), Vol. II, pp. 65-92. (La rivista è stata presentata all’Università Cattolica di Milano).
  • “Una scuola per uno stato laico”, in “Ottopagine”, 2009;
  • “Rovelli d’agosto”, racconto inserito nell’Antologia Opera Uno, n° 14, 2015;
  • recensioni sullo “Schedario manzoniano” di “Testo”, Rivista di Studi di teoria e storia della letteratura e della critica.

            Convegni:

  • al Convegno di Studi sul Decennio napoleonico in Campania, organizzato dal Centro di ricerca per gli studi meridionalistici Guido Dorso di Avellino, 2006;
  • al Convegno di Studi “Musica e letteratura nel neoclassicismo”, organizzato dalla Provincia di Taranto nel 1993.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...