La segnalazione del giorno riguarda il romanzo MORTE ALLA FINE DEI SOCIAL (AltroMondo) di Marco Venturi sul lato oscuro del web e sulla volontà del potere di controllarlo.



Titolo: Morte alla fine dei social

Autore: Marco Venturi

Pagine: 416

Anno: 2021

Editore (se presente): ALTROMONDO EDITORE


Cosa succederebbe se la società moderna dovesse rinunciare ai social network?  In un imminente futuro  l’utilizzo dei social network viene drasticamente limitato da una decreto legge promulgato dal Parlamento italiano. Sullo sfondo di questo scenario liberticida il giornalista e blogger Giacomo Brini si trova coinvolto suo malgrado nel delitto di un fotografo. Le indagini condotte dal maresciallo Mauro Mancini, sempre in bilico tra desiderio di giustizia ed errori fatali compiuti in passato,  stentano a dare  risultati quando nuovi delitti e misteriose sparizioni complicano ulteriormente il quadro della situazione. Mentre il blocco imposto ai social network provoca reazioni di pericolosità crescente, i due protagonisti vengono travolti assieme alle loro persone più care da un’escalation di violenza al culmine della quale niente sarà più come prima. Tra scenari socio-politici futuribili e numerosi colpi di scena la verità potrebbe non venire mai a galla, soffocata dalle ipocrisie e dai perbenismi della società moderna.


Laureato in Economia Aziendale, Marco Venturi è impiegato bancario. Dedito da sempre ad attività di volontariato ho come principali interessi la lettura di romanzi di autori italiani e stranieri, colleziono fumetti e da qualche anno coltivo la passione per la scrittura. Ex cantante di pianobar continuo ad interessarmi al mondo della musica soprattutto italiana. Convivo da circa 7 anni con la mia compagna ed i suoi due figli.

Rispondi