Probabilmente Giovanni Verga è ancora più sfortunato di Dante e Manzoni. Questi ultimi due finiscono per essere detestati da milioni di italiani a causa del modo in cui vengono loro insegnati a scuola; poi però una buona percentuale di persone riscopre la Divina Commedia e/o I promessi sposi in età adulta. E Verga? Quanti lo “riscoprono”? Ecco ora, a firma di un esperto di letteratura italiana quale Giuseppe Savoca, un volume che fa il punto sul grande scrittore siciliano e lo rilancia, sfoderando anche alcune idee alternative. La principale delle quali è sintetizzata nel titolo, Verga cristiano. Punto focale restano I Malavoglia, con però numerosi approfondimenti relativi a Mastro-don Gesualdo e agli altri romanzi e racconti. L’insistenza sulle basi cristiane della personalità e dell’opera di Verga implica, se non una polemica, almeno un forte slittamento rispetto ai luoghi comuni. Ma vi sono anche tante altre sezioni del libro a offrire analisi di enorme interesse.

Dario Rivarossa “il Tassista Marino”, nato a Cuneo nel 1969, attualmente vive e lavora a Perugia, dove è sposato. Traduttore da inglese e tedesco a italiano e da italiano a inglese, giornalista, saggista, poeta e scrittore (anche per le edizioni Terebinto), artista digitale (http://www.behance.net/dariorivara869), performer. Suoi interventi su Youtube su vari temi di letteratura: http://www.youtube.com/channel/UCbUprgeKFo_QMrgD6YSVFdw/videos. Si è formato a Milano e Roma. Città preferite: Torino e Napoli. Il suo nickname richiama i due massimi poeti barocchi italiani, Torquato Tasso e Giambattista Marino.


CLICCA PER CONSULTARE L’INDICE

Rispondi