L’IRONIA DELLA CHIAVE. Romanzo psicoanalitico di Nicola Farina

di Ettore Barra

 

prima di copertina

Nel romanzo L’ironia della chiave. Vita e opinioni di un analista pigro, Nicola Farina rimette al centro dell’attenzione un tema – come quello della psicanalisi – già ampiamente trattato in libri e film. Non era quindi semplice ripercorrere, in modo originale, un sentiero già percorso da mostri sacri come Woody Allen. Eppure quella di Ettore Rivelli, analista «pigro» – come recita il sottotitolo –, è una storia che riesce ad appassionare e a far riflettere. Infatti, ad essere protagonisti di questa indagine sul mondo della psicanalisi non sono i pazienti – che con i loro casi costituiscono, comunque, un elemento fondamentale della narrazione – ma l’analista stesso e la sua vita. È, infatti, lo stesso Rivelli che, a partire dal racconto delle visite nel suo studio, apre al lettore squarci sempre più ampi sulla sua vita familiare, estremamente influenzata dalla professione.

 

 

L’articolo completo è disponibile sul numero 1 (2019) di “Riscontri”

Link all’acquisto

Amazon

Ibs

 

Ettore Barra è dottore magistrale in Scienze Storiche, specializzato in Storia medievale e rinascimentale. Si interessa anche di storia del Cristianesimo e di storia del pensiero e delle dottrine politiche, con particolare attenzione per il ’900. È il direttore di “Riscontri”, con il Terebinto Edizioni ha pubblicato i volumi: Tommaso d’Aquino e l’eternità del mondo (2015); Il pensiero politico di Costantino Grimaldi: Inquisizione e conflitto giurisdizionale nel Regno di Napoli (2017). Inoltre ha curato l’edizione critica del manoscritto inedito di Grimaldi Apologia contro la bolla di censura della Curia romana (2017).