Il coraggio di amare. Il libero sogno romantico di Annamaria Bovio

di Carlo Crescitelli

 

prima di copertinaAurora Parisi è una dolce e solare ferroviera che, sposata e apparentemente felice con la sua compagna, si ritrova a dover fare i conti con un improvviso innamoramento per una sconosciuta sfuggente e misteriosa, che la porterà a reinterpretare vecchi segnali e scoprire nuove certezze. Nel libro ricorrono tutti gli elementi tipici del grande sogno romantico, il coup de foudre e l’amour fou fatti di premonizioni, coincidenze, talismani e feticci, i Santi delle Cause Perse ai quali votarsi, i treni virtuali della vita prima mancati e poi riacchiappati al volo; ma con essi gioca deliziosamente a rimpiattino una prosaica, tragicomica realtà quotidiana di lavoro e di problemi di lavoro – dunque di treni reali e non più metaforici – di cucina, amicizia, imbranataggine, canzoni che confortano e ispirano, sesso, triangoli amorosi, email – tante email! – speranze e obiettivi concreti. In un cocktail realistico in cui la leggerezza eterea della poesia si mescola al sano umorismo. Che ricorda molto la novellistica di educazione sentimentale a sfondo morale e filosofico, di quella alla Hermann Hesse per intenderci. Prevarrano le vecchie sicurezze… o il nuovo coraggio di amare? Il tema è quello cruciale delle scelte importanti della vita all’inizio dell’età matura: quelle che ti spiazzano proprio quando pensi di aver consolidato tutto, di non doverlo mettere più in discussione… e invece l’amore ti travolge inaspettato e totale. Tutti i vecchi equilibri, intanto, sono già saltati; e non ti resta altra strada che cercarne di nuovi, passando per il sostegno irrinunciabile degli amici veri che non ti abbandonano mai. Perché quello che è in gioco non è solo l’assestamento delle tue nuove, inebrianti emozioni, ma il futuro e la felicità stessa di chi ti è vicino e ti ama, il rispetto della sua libertà. Senza in questo dover sacrificare la tua, che ti urge dentro.

 

L’articolo completo è disponibile sul numero 1 (2020) di “Riscontri”

Link all’acquisto:

Amazon

Sito dell’editore

Sogni Rosso Rubino – Antologia Poetica

Appena uscita la seconda antologia del concorso “Riscontri Poetici“, l’ebook sarà scaricabile gratuitamente su Amazon dal 3 al 5 aprile.

1583662657

Sogni Rosso Rubino

 

È difficile parlare d’amore. Tra i sentimenti che agitano l’animo umano è il sentimento più complesso ed inquieto. Sogni Rosso Rubino racconta, nell’urlo dei versi e nel sussurro dei cuori, la veemenza indomabile dell’amore che diviene legame indissolubile tra due esseri: legame che supera le convenzioni, le regole stabilite, il buonsenso comune e a volte pure la razionalità stessa e la volontà dell’individuo. Il legame indomabile che trova in se stesso, nella sua involontaria, a volte inconsapevole ed incosciente realtà, il suo principio e la sua essenza. Questi versi appassionati graffiano l’anima e trascinano il lettore in un vortice di emozioni che, tra l’urlo del cuore e il vagheggiamento dei sensi, sfiora e attraversa l’essenza stessa del potente sentimento amoroso.


Appassionata di vita, di storia e di poesia, Emilia Dente è autrice eclettica e vagabonda felice sui sentieri delle parole, con l’impegnativa missione di illuminare le profondità ambrate dell’anima tra impasti narrativi, sogni poetici, saggi storici, progetti di marketing culturale e valorizzazione della memoria.

Per il Terebinto Edizioni ha già pubblicato la silloge poetica Nero come l’amore – in cui riflette, specchiandosi, sul vortice complesso del sentimento amoroso –, l’antologia rosa Mille Rosse Parole (2019) e la raccolta poetica Maelstrom. Negli abissi dell’anima (2020).

 

Per scoprire di più sugli autori clicca qui

banner copertina

“Maelstrom: negli abissi dell’anima” – Antologia poetica

1580892065

 

Maelstrom: negli abissi dell’anima

 

Disponibile in cartaceo e in ebook

su Amazon e nelle altre librerie online

 

È un fenomeno particolare il maelstrom. È il vortice generato dallo scontro di fortissime correnti marine, è un gorgo che trascina e inabissa nel baratro delle profondità oceaniche tutto ciò che si trova sul suo percorso. Scuote le acque e le abbraccia nel suo soffocante vorticare.

E così, nella liquida traccia segnata da questi autori nei loro versi, il mare tempestoso diviene metafora e cornice del loro intenso sentire. Le onde burrascose e scure, il mare, con i suoi misteri e i suoi abissi, divengono, nella distesa fluttuante dei versi, l’inquieta trama su cui gli autori ricamano le loro emozioni.

***

Appassionata di vita, di storia e di poesia, Emilia Dente è autrice eclettica e vagabonda felice sui sentieri delle parole, con l’impegnativa missione di illuminare le profondità ambrate dell’anima tra impasti narrativi, sogni poetici, saggi storici, progetti di marketing culturale e valorizzazione della memoria.

Per il Terebinto Edizioni ha già pubblicato la silloge poetica Nero come l’amore – in cui riflette, specchiandosi, sul vortice complesso del sentimento amoroso – e l’antologia rosa Mille Rosse Parole (2019).

 

Per scoprire di più sugli autori clicca qui

 

maelstrom_copertina FB

Sguardo sugli autori – Mille Rosse Parole

È appena uscita la nuova raccolta antologica Mille Rosse Parole, questa volta alla scoperta dei sentimenti più profondi dell’animo umano. Racconti brevi che hanno per protagonisti l’affetto, l’eros e la passione.

Scopriamo di più sui racconti e i loro autori.

 

prima copertina

 

  • VACANZE A ROMA. Il racconto corre sulla traccia del famoso film Vacanze Romane, concentrando l’attenzione sullo stato d’animo della protagonista che, schiacciata da uno stile di vita che il ruolo le impone, decide di fuggire per un giorno per abbandonarsi ai piaceri di una vita normale che le è preclusa.

EMMA SAPONARO è nata e vive a Roma. Laureata in pedagogia ed esperta nelle tematiche dell’adozione, ha tenuto cicli di lezioni sul tema. È stata coordinatrice del Comitato di redazione della rivista semestrale Famiglia e Minori, per la quale ha pubblicato articoli a carattere psico-giuridico sulle tematiche legate all’adozione, all’abbandono e sulle violenze sulle donne. È ideatrice, organizzatrice e curatrice, insieme alla scrittrice Diana Sganappa, del progetto benefico Parole di Pane che termina con la pubblicazione dell’antologia omonima (Farnesi Editore, 2013, Giulio Perrone Editore, 2014). Scrive romanzi e i suoi racconti, selezionati e pubblicati in diverse antologie, hanno ricevuto riconoscimenti e premi. Come il profumo è il suo romanzo di esordio (Castelvecchi Editore, 2017).

  • VELENO è un racconto psicologico, sviluppato come un flusso di coscienza. Il protagonista/voce narrante, è coinvolto in una relazione tossica con una ragazza che fugge ogni progettualità futura. La dipendenza emotiva di lui e la fragilità di lei generano una situazione di stallo espressa dalla ciclicità della storia.

GABRIELE LEVANTINI nasce in Toscana, poco meno di trentacinque anni fa, e ci vive tuttora. La sua laurea in Chimica non gli ha impedito di coltivare le proprie passioni letterarie, distinguendosi in concorsi e pubblicazioni collettive, e animando un blog di narrativa e di poesia da cui è già sortita una sua prima raccolta di racconti.

  • Ne LA VISITA, la protagonista, Elena, è prossima alle nozze, ma non è più sicura di voler compiere quel passo. Nel silenzio della sua camera e sola con sè stessa, si sente senza via d’uscita ma la conversazione con una misteriosa sconosciuta l’aiuterà a diradare le nebbie del dubbio e a fare la scelta giusta.
  • In SLIDING DOORS, la protagonista, Clara, prende coscienza di essere ormai entrata nell’ultimo terzo della sua esistenza. Invasa da un’ondata di rimpianto per la sua giovinezza, fa un bilancio della propria vita che avrebbe potuto essere diversa se, in due momenti ben precisi, le cose, per sua scelta o per opera del caso o del destino, fossero andate in altro modo. Proprio come accade a Helen, la protagonista di Sliding doors, un film che le piaceva tanto e che aveva visto ben cinque volte.

RAFFAELLA DI MARO è nata a Lecce, ma romana di adozione. Ex dirigente del Ministero dell’Economia, ha da sempre la passione per la scrittura, hobby che ha infatti coltivato sin da adolescente, scrivendo poesie e racconti. Nel 2000 ha pubblicato la raccolta di poesie Il bambino che non aveva mai visto il mare (ed. Il Calamaio) e nel 2004, con il racconto L’ultima dimora, ha vinto l’XI Premio Creatività Donna – Sezione Prosa, assegnato dall’Associazione Culturale Villa d’Este di Tivoli. Nell’ottobre del 2018 ha pubblicato con Aletti Editore il suo primo romanzo dal titolo Ciao Lucio che rievoca il periodo adolescenziale dell’autrice nella prima metà degli anni ’70 di cui Battisti, con la sua musica, è stato la colonna sonora. Il libro vuole essere un omaggio al grande artista nel ventesimo anniversario della sua morte (9 settembre 2018) e al contempo fornire un affresco leggero e nostalgico di una generazione.

  • POLAROID. “Amore” è un concetto troppo instabile per poter essere fotografato. In un mondo dove tutto e niente contano allo stesso modo, quanto può valere un momento di assoluta pace, di totale nulla? Ognuno di noi ha un filo rosso intorno al polso e possiamo scegliere dove legare l’altra estremità.

MARTINA COSTANZO è studentessa magistrale di Lettere Moderne presso l’Università Statale di Milano. Originaria del Piemonte, ha colto l’occasione di poter studiare in una grande città per ampliare i suoi orizzonti, pur rimanendo fedele al suo paese d’origine. Oltre ad una collaborazione con il giornale locale infatti, vanta la partecipazione e la pubblicazione nell’ultimo volume del Club per l’UNESCO Terre del Boca intitolato Il Boca. Profumi, sapori, voci di un antico territorio. Concorre inoltre per una borsa di studio bandita dal concorso “Città di San Salvatore Monferrato” con la sua tesi di laurea dal titolo Per la fortuna di Poe in Italia. Tacchetti e la figura della donna nella narrativa ‘gotica. Ha partecipato ad altre pubblicazioni minori e progetti nel corso degli anni liceali, coltivando da subito la passione per la scrittura e l’infinito interesse per i libri. Nel futuro si vede proiettata nel mondo dell’editoria, circondata da tutte quelle storie che devono ancora essere raccontate.

  • SEMPRE INSIEME. Quando l’amore non finisce mai.

LUCIA DI MARO, nata a Lecce ma romana di adozione, da sempre ama scrivere racconti e poesie. Dopo una lunga e brillante carriera al servizio delle Istituzioni, si dedica a tempo pieno alla sua antica passione. Nel 2018 è stato pubblicato il suo saggio Fenomenologia di Mika (Il Terebinto Edizioni), che con tono leggero analizza le ragioni del grande successo nel nostro Paese della popolare popstar. Alcune sue poesie sono state pubblicate in antologie di poesia contemporanea. Attualmente partecipa alla XXXII Edizione del “Premio Calvino” con una raccolta di racconti.

  • BURATTINI. Quando l’amore svela gli inganni di una vita, per trasformarsi in occasione di emancipazione. La riappropriazione di un destino proprio che sembrava già fatalmente segnato in un copione scritto da altri…

EMILIA DENTE, appassionata di vita, di storia e di poesia, è autrice eclettica e vagabonda felice sui sentieri delle parole con l’impegnativa missione di illuminare le profondità ambrate dell’anima tra impasti narrativi, sogni poetici, saggi storici, progetti di marketing culturale e valorizzazione della memoria. Per il Terebinto Edizioni ha già pubblicato la silloge poetica Nero come l’amore in cui riflette, specchiandosi, sul vortice complesso del sentimento amoroso.

MILLE ROSSE PAROLE – Antologia Rosa

Cinque autori – selezionati nel concorso Riscontri letterari 2019 – raccontano il sentimento amoroso e le tante sue sfumature.

Affetto, eros e passione si fondono in un delicato impasto narrativo che sa di luce e di poesia illuminando, nel sentiero rosso delle parole, le profondità ombrose del cuore.

Per scoprire di più sugli autori clicca qui

 

MILLE ROSSE PAROLE

Disponibile in cartaceo e in ebook

su Amazon e le altre librerie online

 

prima copertina

 

Curatore: Emilia Dente

Collana: Riscontri Rosa, n. 1

Pagine: 100

Formato: 12×20

Anno: 2019

Prezzo di copertina: 12,00

 

 

Appassionata di vita, di storia e di poesia, Emilia Dente, è autrice eclettica e vagabonda felice sui sentieri delle parole con l’impegnativa missione di illuminare le profondità ambrate dell’anima tra impasti narrativi, sogni poetici, saggi storici, progetti di marketing culturale e valorizzazione della memoria.

Per il Terebinto Edizioni ha già pubblicato la silloge poetica Nero come l’amore in cui riflette, specchiandosi, sul vortice complesso del sentimento amoroso.